21 Nov, 2016

Nuovi incentivi statali per l’elettrico: con le soluzioni I’Moving opportunità per la mobilità nei centri storici e risparmio su costi di esercizio

FacebookTwitterGoogle+LinkedInWhatsApp

Per gli acquisti effettuati dal 20 ottobre 2016 al 15 aprile 2017 sono in vigore gli incentivi da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a favore dell’autotrasporto conto terzi per il rinnovo del parco veicolare.
Quest’anno il Decreto mira ad incentivare il rinnovo del parco veicolare con particolare attenzione alla tutela dell’ambiente: la novità riguarda, tra l’altro, l’inserimento nella motorizzazione alternativa della trazione elettrica (full electric) per i veicoli con PTT compreso tra 35 q.li e 70 q.li.
Per questa categoria, il Decreto prevede un corposo incentivo (senza rottamazione) pari a 10mila euro, incrementabile del 10% se il destinatario è una PMI e di un ulteriore 10% se appartiene anche ad una rete di imprese (le maggiorazioni sono cumulabili).
L’acquisizione del mezzo, nuovo di fabbrica, può avvenire anche mediante locazione finanziaria. L’incentivo permette che il processo di rinnovo del parco veicolare avvenga coniugando l’azzeramento delle emissioni in atmosfera con la drastica riduzione dei costi di esercizio in confronto con la trazione endotermica.

I’Moving srl offre interessanti soluzioni di e-mobility nella fascia PTT 35 q.li- 70 q.li: l’azienda, fortemente orientata verso l’innovazione dei sistemi di mobilità, opera con soluzioni chiavi in mano che vanno dalla fornitura di veicoli 100% elettrici alla dotazione di sistemi per la sosta e la ricarica.
La gamma di veicoli elettrici proposta da I’Moving si rivolge principalmente alle imprese, offrendo soluzioni integrate mirate alla riconversione delle flotte aziendali.
Se gli incentivi sono interessanti, ancora più interessante è il vantaggio economico offerto dalle soluzioni I’Moving: confrontando i costi di esercizio diesel/elettrico per un Nissan Cabstar NT400, ad esempio, si può constatare un risparmio cumulato che supera i 7mila 400 euro per il primo anno fino a sfiorare i 30mila euro al quinto anno.
La gamma dei veicoli – con diverse PTT (è possibile contattare I’Moving per i dettagli) – comprende Cabstar NT400 e Jolly 2000 per I’Moving; Ducato furgone, autocarro e trasformazione (Fiat); Iveco Daily; Ford Transit e Mercedes-Benz Sprinter.

Grazie ai brevetti I’Moving nel settore dei BMS e dei pacchi batteria, i veicoli elettrici firmati IM offrono le massime prestazioni a fronte di un’autonomia di 100 km (con maggiorazioni dell’autonomia su richiesta) con la quale far fronte a tutte le necessità di viaggio, per il trasporto delle merci o delle persone.
I veicoli I’Moving possono inoltre contare su un ampio ventaglio di dotazioni speciali: partendo dai telai di serie, sono state infatti realizzate numerose modifiche degli spazi di carico, orientandole verso il mondo della raccolta dei rifiuti o del trasporto di merci particolari, compresi gli allestimenti per vani refrigerati. I veicoli “full electric” sono ottenuti partendo da un normale veicolo base, il cui il motore endotermico viene sostituito con un motore elettrico.